TuttoIndagini.com

Notizie selezionate dagli Investigatori Professionisti di Agenzia Investigativa delle Alpi

Indagini Concorrenza Sleale – Sentenza della Corte di Cassazione relativa alla Concorrenza Sleale per storno di Dipendenti.

Indagini Concorrenza Sleale

Agenzia Investigativa Delle Alpi dal 1992 è specializzata nelle Investigazioni Aziendali con particolare riferimento alle Indagini Concorrenza Sleale.

Ai sensi dell’Art. 2598 Codice Civile compie atti di concorrenza sleale chiunque: 

utilizzi nomi o segni distintivi idonei a produrre confusione con nomi e segni distintivi legittimamente utilizzati da altri;

diffondere notizie e apprezzamenti sui prodotti e sull’attività di un concorrente;

avvalersi direttamente o indirettamente di ogni altro mezzo non conforme ai principi della concorrenza professionale e idoneo a danneggiare l’altrui azienda.

All’interno della casistica di Concorrenza Sleale rientra anche la fattispecie di

“storno di dipendenti”

essa esige che l’attività sia svolta in danno al concorrente mediante modalità illecite. Tali attività non devono ammettere quindi giustificazioni in relazione ai principi di correttezza professionale.  

In tal senso la Corte di Cassazione si è espressa in primo luogo con la Sentenza n. 20228 del 4 settembre 2013 in cui afferma:

“la concorrenza illecita per mancanza di conformità ai principi della correttezza non può mai derivare dalla mera constatazione di un passaggio di collaboratori (cosiddetto storno di dipendenti) da un’impresa ad un’altra concorrente, né dalla contrattazione che un imprenditore intrattenga con il collaboratore del concorrente, attività legittime come espressione dei principi della libera circolazione del lavoro e della libertà di iniziativa economica.” 

In questa fattispecie è perciò fondamentale individuare nell’attività di storno i requisiti illeciti di cui all’Art 2598. La concorrenza sleale infatti si concretizza quando lo storno è effettuato in mancanza del principio di correttezza professionale. 

La Corte di Cassazione ha affrontato nuovamente questa tematica tramite la Sentenza n.94 del 4 Gennaio 2017. Il caso di specie fa riferimento ai fatti intercorsi tra due aziende appartenenti al settore odontoiatrico. Nel caso concreto vi fu un passaggio di dipendenti tale da far presumere un attività di storno di dipendente da parte dell’azienda competitor. Tale passaggio venne giustificato da vantaggi economici e aziendali. 

La Corte affermò che: 

“lo storno dei dipendenti da parte di un’azienda realizza un atto di concorrenza sleale allorchè sia perseguito il risultato di un vantaggio competitivo in danno dell’altra impresa” 

La corte prosegue affermando che tale vantaggio debba essere acquisito:

“tramite una strategia diretta ad acquisire uno staff costituito da soggetti pratici del medesimo sistema di lavoro entro una zona determinata vuotando l’organizzazione concorrente di sue specifiche possibilità operative mediante sottrazione del modus operandi dei propri dipendenti, delle conoscenze burocratiche e di mercato da essi acquisite, nonché dell’immagine in sé di operatori di un certo settore.”

Svolgimento Indagini 

Agenzia Investigativa delle Alpi opera in un ottica di tutela della struttura aziendale attuando indagini finalizzate ad acquisire dati e prove che integrino la fattispecie di Concorrenza Sleale. 

Per l’acquisizione di dati e prove valide in Sede di Giudizio svolgiamo indagini tramite monitoraggio visivo (pedinamento) unito ad azioni di insider. Agenzia Investigativa delle Alpi ha creato e sviluppato

Ecelon Investigation System

, tecnologia unica per svolgere indagini in grado di raccogliere, analizzare ed elaborare milioni di dati e ricavare cosi informazioni utili per il raggiungimento dell’obbiettivo.

Al termine delle indagini verrà fornito il

Rapporto Investigativo producibile in Sede di Giudizio

e i nominativi dei dipendenti dell’ agenzia investigativa che hanno svolto le indagini al fine di un’eventuale chiamata a testi avanti il tribunale competente.

Ricevi una Consulenza Investigativa